Adempimenti

 

Ogni tipologia di associazione ha degli obblighi ai quali non può sottrarsi, oltre a quelli previsti per tutti, che sono: l’assenza di lucro, la democraticità, diritti e doveri degli associati, la redazione del bilancio economico, la verbalizzazione degli organi istituzionali, ecc.

 

Per le associazioni sportive dilettantistiche, per una corretta e sicura gestione dell’ente e delle attività, sono:

  • stipulare un’assicurazione per coprire i possibili infortuni dei soci nel corso dell’attività sportiva (questo può essere fatto attraverso l’ente di appartenenza, Sport Nazionale);
  • accertarsi che i tutti i soci si sottopongano, ogni anno, alla visita medica di controllo e ottengano il certificato di sana e robusta costituzione. Copia del certificato dovrà essere trattenuta dall’associazione;
  • seguire le principali prescrizioni del “Testo Unico Sulla Salute e Sulla Sicurezza sul Lavoro” (D.Lgs 09.04.08 n. 81), che prevede:

  1. individuazione del Datore di lavoro (il presidente della ASD) o il proprietario della struttura affidata alla ASD;
  2. non è dovuta la designazione del RSPP (Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione) se l’ASD si avvale esclusivamente di volontari, anche se rimborsati;
  3. effettuare l’elaborazione del documento di valutazione dei rischi – data certa – indicando l’organigramma della società, i rischi presenti, le misure di prevenzione e protezione collegate all’attività sportiva-ricreativa della ASD;
  4. il presidente deve nominare gli addetti antincendio e primo soccorso, o altrimenti svolgere direttamente tali compiti;
  5. redigere il piano di emergenza con semplici regole da applicare in caso di incendio, infortunio o eventi sismici e meteorologici;
  6. informare e formare i soci;
  7. disporre di una cassetta di sicurezza contenente i presidi previsti (D.M. 388/03);
  8. copia del piano di planimetria e numeri telefonici per emergenze;
  9. consegnare i DPI (dispositivi di protezione individuale) ove previsto.

 

Naturalmente, la maggior parte di tali prescrizioni vanno applicate solo se la ASD si trova a gestire direttamente un proprio spazio.